Myanmar: Giochi d’Azzardo.

Agosto 2016.

Come negli altri Paesi del Sudest asiatico che ho visitato, anche in Myanmar il gioco del biliardo è, chissà per quale retaggio coloniale, molto diffuso.

Capita spesso, lungo le strade di città e paesi, di vedere tettoie di bamboo più o meno fatiscenti che riparano biliardi spesso mantenuti in buone se non ottime condizioni.
Considerando il clima e le condizioni dei ripari e di quanto, solitamente, c’è attorno, la cosa mi è sempre parsa quanto meno curiosa.

Qui, a sud del Lago Inle (esattamente qui: Link a Google maps) nel paesino dove di trova la Shwe Inn Dein Pagoda e dove vengono portati, volenti o no, tutti i turisti del circondario, nessuno escluso, mentre cinesi, americani e italiani stressano le loro macchine fotografiche per immortalare mercato e mercanti… io mi sono intrufolato, chiedendo come sempre “permesso”, in una di queste “sala biliardo”.
Mentre le loro donne fanno “la spesa”, o vendono, gli uomini si giocano, seguendo regole che non ho ovviamente capito, ma che sembravano mescolare il gioco del ramino con quello del biliardo, i pochi soldi che hanno.

E queste sono le foto:

'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; allImages += '
'; jQuery('#ph_mosaic_photos').append(allImages);