Belchite (ES): ad imperituria memoria…

Gironzolando per la Spagna, in Aragona, sulla strada che più o meno va da Valencia a Zaragoza nell’agosto 2006, ci è capitato, ad un certo punto, di scorgere tra le “dune” prima un campanile diroccato, poi una cattedrale poi un intero paese: Belchite.

Non sapendo nulla del posto in cui ci trovavamo abbiamo iniziato a passeggiare tra le rovine di quello che sembrava un paese bombardato pochi mesi prima per vedere di capirci qualcosa: di guerre, fortunatamente, negli ultimi anni in Spagna non ce ne sono state. Questo è certo.

Appena possibile ho quindi cercato di informarmi un po’ scoprendo che il paese di Belchite fu bombardato, dopo due mesi di assedio, il 24 agosto 1937 nel mezzo della guerra civile spagnola. Non importa, ormai, chi lanciò le bombe e chi le prese, né importa che siano passati 70 anni. Morirono circa 6000 persone.

Fu lasciato così, ad imperituria memoria, come lo hanno ridotto le bombe tanti anni fa fino ad oggi a ricordare a chi, magari per caso, ci passi vicino perché possa anche solo immaginare quanto folle possa essere l’uomo e la guerra.
Se non siete ancora stati da quelle parti, andateci.
Nel frattempo potete farvi un’idea del luogo con queste foto…

Per saperne di più: La Batalla de Belchite – In spagnolo.

Oppure: www.google.it

Appropriarsi di foto altrui senza averne diritto, oltre ad essere illegale, è proprio da poveretti!